Entries tagged with 'fabrizio de andrè'

2 Febbraio concerto all’Iqbal!

  • 18 Gennaio, 2013 14:49

ore 20:00 Cena Benefit per l’Iqbal
Ore 22:00 In concerto Umbre de Muri (tributo a De Andrè e dintorni..)

 

Umbre de Muri 2 febbraio

IQBAL’S FEST

  • 3 Settembre, 2012 09:53

Luogo: circolo Iqbal Masih, via della barca 24/3
Ora inizio:  dalle ore 20
Data:  VENERDì 7 SETTEMBRE 2012

Lo spazio storico di via della barca 24/3 dovrà lasciare i locali storici il 3o settembre prossimo.

In attesa della GRANDE FESTA POPOLARE DI CHIUSURA prevista per il 29 e 30 SETTEMBRE, iniziamo a celebrare questo spazio che, comunque siano andate le cose, tanto ha dato ad ognuno di noi in tutti questi anni, senza dimenticare le oltre  2000 persone che hanno mostrato la propria solidarietà firmando la petizione contro la chiusura.

Dalle ore 20 il circolo propone una CENA POPOLARE.

A seguire Giò, lo storico presidente del circolo Iqbal Masih, organizza, insieme al suo gruppo musicale “DE ANDRADES/UMBRE DE MURI“, un concerto per allietare la serata. Il tutto realizzato, sempre con la collaborazione del Collettivo IQBAL.

Sarà una occasione per trovarsi, ancora una volta, tutti insieme per parlare del futuro che ci aspetta e, perchè no, anche del passato prossimo e remoto, esperienza indelebile per ognuno di noi.

Circolo Iqbal Masih

________________

DE ANDRADES/UMBRE DE MURI: Il gruppo, nato dentro al circolo, è ormai ben rodato ed ha al proprio attivo numerosi concerti. La passione che coinvolge i musicisti, durante l’esecuzione dei brani, avvolge gli ascoltatori in una calda e nostalgica atmosfera che colloca la poesia dei testi e la musica di Fabrizio De Andrè nello spirito giusto.  I DE ANDRADES/UMBRE DE MURI sono: Gio Grandazzo voce e chitarra, Giorgio Terzi chitarra solista, Paolo Bocale basso acustico, Marco Biagi batteria e percussioni, Andrea Vignocchi fisarmonica, Vladimiro Cantaluppi violino, Rosa Cassano voce e cori.

live: UMBRE DE’ MURI – Tributo a FABRIZIO DE ANDRE’

  • 4 Gennaio, 2012 17:17

Luogo: circolo Iqbal Masih di Bologna, via della barca 24/3
Ora inizio: 22 circa
Data: SABATO 28 GENNAIO 2012

Scarica il volantino:  [download]

Il gruppo, nato dentro al circolo, è ormai ben rodato ed ha al proprio attivo numerosi concerti. La passione che coinvolge i musicisti, durante l’esecuzione dei brani, avvolge gli ascoltatori in una calda e nostalgica atmosfera che colloca la poesia dei testi e la musica di Fabrizio De Andrè nello spirito giusto.

live: TRIBUTO A FABRIZIO DE ANDRE’

  • 24 Gennaio, 2011 11:01

Data: SABATO 29 GENNAIO 2011

Ora inizio: dalle ore 20,30 circa

L’utopia e’ all’orizzonte: quando muovo due passi, arretra di due passi…Avanzo di dieci passi e lei e’ dieci passi piu’ in la’. A cosa serve l’utopia?   Serve a questo, a camminare.

(Fabrizio De Andrè)

Tradizionale appuntamento di gennaio che vede alcuni musicisti del circolo impegnati nel progetto DE ANDRADES che proporrà una lunga sequenza di brani di De Andrè e non solo…

Dalle ore 20,30 il circolo aspetta tutti proponendo un buffet benefit a base di lasagne, mascarpone e vino rosso!

ore 22 – DE  ANDRADES

vogliamo riproporre alla vostra attenzione questo passo tratto da Volonta’ “Note di rivolta”, che propone un’intervista realizzata a De Andre’ nel lontano 1993.  In queste poche righe crediamo sia racchiuso quello che noi amiamo di piu’ del suo essere e del perche’ crediamo sia giusto riproporre ogni anno un omaggio alla profondita’ di questo poeta.

(circolo Iqbal Masih)

—————————————————-

g: Non sei molto ottimista per il futuro.

faber: Non molto. Mi pare che adesso stiano semplicemente facendo ricerche su persone che hanno avuto a che fare con gli appalti pubblici, ma se dovessero andare a scavare, io credo che il 50-60 per cento degli italiani abbia commesso reati di questo tipo, cioe’ si e’ arricchita indebitamente. Le regole che pensavamo fossero alla base del vivere civile sono saltate, per ricostituirle ci vorra’ probabilmente un periodo molto lungo. E con la nuova crisi economica rispuntera’ la poverta’ e attraverso la poverta’ forse si riscopriranno i valori della solidarieta’.

g: Sara’ possibile?

faber: Probabilmente no, perche’ non arriveremo cosi’ in fondo da poter ricostituire il tessuto sociale su valori convincenti.

g: Pero’ bisogna riconoscere che quello che ha fatto un giudice in un anno non e’ stato ottenuto con decenni di opposizione politica e questo rida’ fiducia a un potere dello stato.

faber: Il problema e’ che questo mutamento non e’ venuto da un largo movimento di massa ma da un potere dello stato. I giudici sono semplicemente delegati a usare questo potere deterrente che non ricostituisce la morale. Il giudice e’ un tecnico pagato dallo stato che applica il codice, fatto dai vertici dello stato, per comminare una pena. Il compito della sinistra dovrebbe essere quello di ricostruire una morale…”