Entries tagged with 'CIE'

16 Dicembre al circolo Iqbal Masih dalle ore 14.00, a seguire cena benefit.

  • novembre 26, 2012 09:51

Appello assemblea NO CIE

 

Discutendo tra compagni, a proposito della lotta contro i centri di identificazione ed espulsione, si è sottolineato come nell’ultimo periodo l’attenzione dedicata all’argomento, la frequenza con cui si facevano iniziative (sia in città, sia direttamente sotto i lager), i contatti che si avevano con gli internati e di conseguenza l’apporto solidale, sono diminuiti. Il calo di partecipazione e presenza nella lotta contro i Cie hanno coinciso con l’entrata in vigore dell’aumento a un anno e mezzo del periodo consentito di internamento, proprio quando la solidarietà sarebbe stata ancor più necessaria.

I motivi sono stati spesso contingenti, soprattutto i numerosi arresti e le operazioni sbirresche che hanno colpito varie realtà della penisola hanno tolto molte forze che giustamente sono state dedicate ai compagni incarcerati e/o indagati.

Gli sbirri, con operazioni come quelle che abbiamo subito, mirano anche a snervare il movimento e conseguentemente farlo arretrare sui tanti fronti in cui sono state intraprese cosiddette “lotte intermedie”.

È per rendere inefficace il tentativo di indebolirci, per intraprendere cammini conflittuali comuni con altri esclusi e sfruttati, per riaffermare il nostro odio contro ogni forma di coercizione, che si propone un nuovo appuntamento nazionale per ridiscutere le prospettive della lotta contro i lager di Stato. L’idea è di confrontarci sullo stato delle lotte contro i Cie e recuperare un coordinamento tra le diverse città che in passato ha consentito di essere più efficaci e più veloci nei nostri interventi di solidarietà con gli internati e con le loro proteste e rivolte.

 

Ci si incontrerà per discuterne domenica 16 Dicembre al circolo Iqbal Masih dalle ore 14.00.

Dopo l’assemblea seguirà una cena benefit per chi è colpito dalla repressione.

L’Iqbal Masih si trova in via dei Lapidari 13/L raggiungibile dall’ autostazione con l’autobus n.11/C, fermata Lapidari (zona Arcoveggio) o con il n.27. In auto: uscita n. 5 tangenziale, svoltare a destra, al primo semaforo ancora a destra (Via dei Terraioli), in fondo si incrocia Via dei Lapidari, svoltare a destra ed entrare ancora a destra al numero 13.

 

Compagne e compagni di Modena e Bologna

 

Sulle barricate!

  • giugno 22, 2011 11:08

Luogo: circolo Iqbal Masih via della barca 24/3 (BO)
Ora inizio: 13 circa
Data: GIOVEDì 30 GIUGNO 2011

Questa iniziativa è parte integrante del programma del FESTIVAL DELLE CULTURE ANTIFASCISTE 2011.

– ore 13:  pranzo antifascista

– ore 16:  proiezione “Alla ricerca del libero transito”.  Un viaggio per l’Italia dei migranti, alla ricerca del libero transito, l’Italia dei CIE “Centri di Identificazione ed Espulsione”, veri e propri lager, l’Italia di chi a questa logica razzista si oppone. Saranno presenti gli autori: Andrea  Searle e Franco Gugel.

– ore 18:  proiezione “Avanti il prossimo“.  Video-denuncia antiproibizionista contro il carcere”,  a cura del Forte Prenestino.  Perchè con i tempi che corrono il minimo che si può fare è resistere in allegria. Perchè l’idea stessa che qualcuno possa decidere ciò che è giusto o sbagliato per le nostre vite ci fa arrabbiare. Perchè troppi rimangono stritolati da quella legge infame che è la Fini-Giovanardi.
– Incontriamo l’assemblea di amici e parenti di Stefano Frapporti – Rovereto. Non si può morire così… Stefano Frapporti era un muratore di 48 anni di Rovereto. Il 21 luglio 2009 andava in giro in bicicletta quando è stato fermato da due carabinieri in borghese per un’infrazione stradale. Portato in carcere perché sospettato di spaccio non uscirà mai vivo dalla cella.

– ore 21:  Finmeccanica e i dispositivi di controllo nella guerra esterna e interna. Finmeccanica, primo produttore di armi in Italia e settimo a livello internazionale, è il marchio dell’orrore made in Italy nel mondo.

 

Festival delle Culture Antifasciste 2011

  • giugno 16, 2011 00:07

Riparte il Festival delle Culture Anfifasciste

Luogo: territorio bolognese
Data inizio: 2011-06-16
Data fine: 2011-07-02

Il circolo sostiene l’iniziativa, che quest’anno avrà carattere itinerante. Per maggiori informazioni sulle iniziative in programma, consultate il sito web del Festival

Tortura democratica e disumanizzazione II°

  • giugno 12, 2011 00:17

Luogo: circolo Iqbal Masih
Ora inizio: 19:30 circa
Data: MERCOLEDÌ 15 GIUGNO 2011

TORTURA DEMOCRATICA E DISUMANIZZAZIONE – CIE, CARCERE , 41 BIS, OPG…ne parliamo con SILVIA BARALDINI

– ore 19.30 buffet benefit

– ore 21.00ore 21.00 proiezione del documentario “Il filo rosso della resistenza” (2010) a cura delle compagne antifasciste di Padova, a seguire discussione

Il carcere…
… è un deterrente per le classi meno garantite, la minaccia che si paventa ai poveri per far rispettare le leggi e le regole volute e imposte dai ricchi per mantenere un ordine funzionale ai loro profitti. Ti fa abituare al controllo e alle regole non decise dagli individui in accordo tra di loro ma da chi detiene il potere.… rappresenta il controllo e l’inesorabilità del sistema di comando: se trasgredisci alle regole del sistema finisci dentro. Così il carcere entra dentro di noi: mediante la paura di finire in galera, le lotte contro le ingiustizie sociali si autoreprimono.

Quanto carcere è dentro di noi?
Pensiamo alle nostre vite ingabbiate nella burocrazia, al potere dei datori di lavoro, al potere illimitato dei medici sui nostri corpi, allo strapotere delle forze dell’ordine, alla militarizzazione dei territori, alla capillarità del controllo in questa società dove le azioni di ciascuno sono osservate, controllate e registrate da esercito, polizia, assistenti sociali. Per le donne la stessa funzione di controllo è svolta dall’educazione alla subordinazione e alla mediazione con il potere maschile. Quando le donne non rispettano canoni di comportamento loro consentiti, vengono accusate di follia e isolate.

Tortura democratica e disumanizzazione I°- serata riservata a DONNE E LESBICHE

  • giugno 11, 2011 23:46

Luogo: circolo Iqbal Masih

SERATA RISERVATA A DONNE E LESBICHE!
Ora inizio: 19:30
Data: SABATO 14 GIUGNO 2011

TORTURA DEMOCRATICA E DISUMANIZZAZIONE – CIE, CARCERE , 41 BIS, OPG…ne parliamo con SILVIA BARALDINI

– ore 19.30 buffet benefit

    – ore 21.00 discussione

      Il carcere…
      … è un deterrente per le classi meno garantite, la minaccia che si paventa ai poveri per far rispettare le leggi e le regole volute e imposte dai ricchi per mantenere un ordine funzionale ai loro profitti. Ti fa abituare al controllo e alle regole non decise dagli individui in accordo tra di loro ma da chi detiene il potere.… rappresenta il controllo e l’inesorabilità del sistema di comando: se trasgredisci alle regole del sistema finisci dentro. Così il carcere entra dentro di noi: mediante la paura di finire in galera, le lotte contro le ingiustizie sociali si autoreprimono.

      Quanto carcere è dentro di noi?
      Pensiamo alle nostre vite ingabbiate nella burocrazia, al potere dei datori di lavoro, al potere illimitato dei medici sui nostri corpi, allo strapotere delle forze dell’ordine, alla militarizzazione dei territori, alla capillarità del controllo in questa società dove le azioni di ciascuno sono osservate, controllate e registrate da esercito, polizia, assistenti sociali. Per le donne la stessa funzione di controllo è svolta dall’educazione alla subordinazione e alla mediazione con il potere maschile. Quando le donne non rispettano canoni di comportamento loro consentiti, vengono accusate di follia e isolate.