Entries tagged with 'ambient'

Venerdì 12 dicembre

  • 7 Dicembre, 2014 09:19

All’iqbal Masih

START ore 22:00

——————————-BANDS——————————-

Sneers. https://www.facebook.com/pages/Sneers/238308922942537

River of No https://www.facebook.com/RiverOfNo

Sheeba Exp. https://www.facebook.com/pages/Sheeba-Exp/150921471660415

Torakiki https://www.facebook.com/pages/Torakiki/419929068133731

Pin Cushion Queen https://www.facebook.com/pages/Pin-Cushion-Queen/153747626917

Venite innumerevoli.

 

L’Iqbal è raggiungibile dal centro con l’autobus 11C direzione Corticella, fermata Lapidari o da via di Corticella bus 27 o 62 notturno sempre direzione Corticella

 

ven_12

live: ” Live Atom Heart Mother “

  • 7 Gennaio, 2011 10:52

Genere: Elettronica/Psichedelia/Sperimentale/ambient
Luogo: circolo Iqbal Masih via della barca 24/3 – bus 14 e 61 notturno (barca)
Ora inizio: 22:00
Data: VENERDI  7 GENNAIO 2011

Daniele Carotta, in arte Danny, è nato a Bologna 4 aprile 1967. Musicista compositore, chittarrista contemporaneo, influenzato dalla musica etnica e elettronica sperimentale nel 1988, dopo varie contaminazioni nella musica degli anni ’70, compone le sue prime opere. Grazie a un vecchio amico Marco Cigarini singer e leader del gruppo progressive bolognese NAPTHA si orienta verso la psicadelia e realizza una prima opera solista “Eternity new age”, creando dei suoni chiamati “soundscape”, usando un sinth e chitarra, incidendo anche alcuni brani inediti con Marco Cigarini. Dal 1992 ha suonato con molte bands in UK, USA, e Messico, arricchendo la propria cultura musicale con influenze mistiche, avvicinandosi sempre più alla psicadelia. Nel 2001 collabora con la band bolognese BANDARMANDA. Contemporaneamente realizza un nuovo progetto chiamato “Infinity”. Adesso Danny sta lavorando a due nuovi progetti “electric dance project” e “Live Sound in the Dust” registrando materiale per due nuovi cd sperimentali di musica “ambient”. Dopo il progetto “electric dance project” ha voluto creare un insieme di suoni, detti: “paesaggi sonori” (Live Sound in the Dust), tentando di ricreare quelle condizioni che si manifestano ai confini dell’ immaginazione come quando stiamo sognando in uno stato di subconscio, simile ad uno stato di allucinazione: ciò che si vede e non si vede, il reale e l’immaginario, in pratica quello esiste da quello che non esiste.

per saperne di più:   www.myspace.com/electricdanceproject