Entries tagged with 'NO TAV'

VAL SUSA – Facciamo il punto

  • 20 Febbraio, 2012 15:42

 ANNULLATO!

Luogo: circolo Iqbal Masih Bologna, via della barca 24/3
Ora inizio:  18:30 circa
Data:  MERCOLEDÌ 22 FEBBRAIO 2012

In occasione della manifestazione in programma il 25 febbraio prossimo, il circolo in solidarietà con i valligiani e tutto il movimento NO TAV, organizza un momento di discussione con testimoninze e documentazione relative al percorso di mobilitazione, la vita in valle in prossimità dei cantieri e la pesante repressione che ha colpito tanti attivisti, successivamente alla manifestazione del luglio scorso.

ore 18,30: proiezione video-documentario

ore 20: buffet benefit per supporto legale agli arrestati

ore 21.30: discussione con testimonianze dalla Valle

Pubblichiamo dal sito NO TAV, il contenuto reale ed integrale, dell’ultimo sbandierato accordo italo-francese circa la condivisione di intenti nella realizzazione della mega costruione.

Accordo 30 gennaio 2012

 

Comunicato n.4, Collettivo IQBAL – Solidarietà NOTAV arrestati

  • 6 Luglio, 2011 11:16

Bologna, 6 luglio 2011

Come Collettivo Iqbal vogliamo esprimere la nostra totale solidarietà alle compagne e ai compagni che sono stati arrestati durante le manifestazioni contro la TAV di domenica scorsa.

Ovviamente questa solidarietà si estende a tutti/e coloro che nonostante le botte, le violenze, i gas, l’arroganza e l’opportunismo di molti politicanti stanno continuando la lotta in Val di Susa.

Come ormai sappiamo bene, la difesa del territorio e l’opposizione ad ogni tipo di speculazione genera la rabbia di ogni padrone e dei suoi apparati polizieschi.
Di questi tempi questa rabbia è ancora maggiore in quanto più forte è la consapevolezza di non poter dare altre risposte se non la violenza della repressione.

La loro credibilità è bassa, e gli apparati di informazione (di qualsiasi “colore” politico) reggono il loro gioco per cercare di limitare i danni, sostenendo vergognose campagne di criminalizzazione contro chi si organizza sui propri bisogni, per la difesa della propria qualità della vita, riproponendo la consumata tecnica dei “buoni e cattivi”.

Crediamo che l’autorganizzazione sia l’unica strada che ci consente di non appaltare completamente la nostra esistenza a una banda di farabutti che sulla nostra pelle accumula potere e ricchezza e questo ci rende vicini, complici con tutti/e coloro che sperimentano percorsi in questa direzione.

La loro paura ci deve dare più forza e ci deve spingere a non abbandonare i nostri sogni.   Perchè i nostri sogni sono i loro incubi!

Collettivo Iqbal